Il Profeta

Su ascensori sono i ricordi

90 i piani e gli echi passati

Si svolgono,

come bisce sguizzanti smembrate nell’acqua

demoni, terrori sopiti!

Ammaestrati

da mani ruvide esperte,

da parole divine di Profeta e saggio d’oriente

 

Da uomo che calcava il divino;

della corteccia di bosco finemente sminuzzata,

 da artigiano della natura,

da maestro di terra

di polpa, placenta, primordiale di vita

che ci lascia un sospiro profondo

ritornato in quel verde, in quel lago, in quei giorni

dell’uomo che fu

Marinaio di bosco

Imbarcato in quei passi

Affogati d(i)sole

A Zoloastro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...