La notte non è fatta solo per dormire

 
Da circa cinque ore è domenica mattina! Che afa!
Mi trovo a scrivere due righe -a(l) caldo- dopo una nottata passata a sudare e ballare. Il viaggio di ritorno è stato abbastanza traumatico: sballottato e pressato a 190 all’ora in una scatola metallica che vagamente si potrebbe definire "macchina" solo perché ha 4 ruote e qualche spia (di troppo) accesa. Un mezzo del genere, guidato da un pazzo scatenato, è una bomba micidiale.
Il negroni mi gorgoglia ancora nello stomaco come se fosse appena sceso. Un po’ per il viaggio e un po’ per la megapizza mangiata a cena, che piazzandosi lì ha fatto da comoda base accogliente.
 
Insomma, arrivato davanti a casa sano e salvo, con una certa sorpresa, ho incontrato mia nonna sulla soglia della porta: di primissima mattina era pronta, scattante e brillante per andare in gita con la parrocchia, probabilmente in qualche santuario o chiesa, come fa al suo solito.
 
<<Oh che torni ora Alessio! Mah!>>
<<Eh si nonna, te icche tu fai?>>
<<Vado alla gita…vai a letto che gliè meglio vai>>
<<Buongiorno! Divertiti!>>
 
Sorrido e salgo le scale.
Fantastica. Gli voglio bene.
Varco la soglia di casa. 
 
I miei, nella loro camera, russano beatamente in maniera antagonista. Una sinfonia che sembra avere una qualche sonorità folk un po’ "zoppa". In giornata dovrò farglielo presente, ottenendo la stessa identica risposta di sempre: avete mai sentito qualcuno che, a precisa domanda, ammette di russare? Ma è bello così.
 
Comunque, è troppo presto per dormire e fa anche troppo caldo. 
 
Mi piazzo al computer, fisso il desktop per qualche istante e apro la pagina del blog. Per stemperare un po’ il sonno (e il negroni…) faccio una delle cose che mi rilassa di più in assoluto: scrivo. Tanto l’orario non è un problema. Appena toccherò il letto addormentandomi, le dolci braccia di Morfeo mi culleranno minimo minimo fino alle due di pomeriggio.
 
La finestra di camera mia lascia traspirare una rigenerante arietta fresca, unita a un dolce profumino di paste appena sfornate. E’ Michael, quel maledetto. Ogni volta è una tortura. Se solo potessi, farei come nei cartoni animati, mi alzerei in volo e nuoterei nell’aria a occhi chiusi seguendo la scia di odore.
 
Un profumo che comunque contribuisce a restituire la giusta atmosfera per un summit di pensieri. Davvero una bella seratina. In certi momenti avrei voluto ci fosse l’ Ila… Devo ancora rispondergli al messaggio, ma come al solito ho finito il soldi e il servizio sos ricarica non è attivo. Dannazione, perché mi tocca sempre chiamare in causa la legge di Murphy? Per il resto – giusto per usare un aggettivo che mi hanno gentilmente coniato – in questo periodo e in certi frangenti mi sento un po’ "British", a tratti spumeggiante, a volte pensieroso, anche un po’ sconclusionato e fuori di testa, ed infine pacato e razionale. Ragà non ci fate caso, non è ancora il momento di rinchiudermi in una gabbia di matti lascinadomi ad un destino avverso, quando lo sarà voglio che mi dite battendomi le mani sulle spalle: <<Dai Ale, adesso ti portiamo in un bel posto, lontano da qui, dove ti divertirai un monte…>>. Se risponderò sorridendo e annuendo con uno sguardo inebetito significa che è arrivato il momento. Prendete questo scritto come se fosse una specie di pubblicità del Cornetto.
 
Il Negroni è andato giù, le palpebre cominciano a ciondolare e la sinfonia si è affievolita; anche se è più probabile che le mie orecchie si siano abituate abbastanza da non farci più caso. Pure l’odore delle paste è sparito. Fuori è l’alba e i galli non cantano, tutti segnali che mi indicano che è giunto il momento di calare il sipario abbracciando il cuscino.
 
https://i0.wp.com/www.nuovocasinodicampione.it/files/cocktail_negroni.jpg
 
P.S: Mai più e mai poi viaggio lungo in macchina con Vinnie. XD
 
Annunci

3 thoughts on “La notte non è fatta solo per dormire

  1. Molto rilassante. Per quanto riguarda la connotazione geografica secondo me ti si addice si il British, unito con delle discendenze irlandesi che ti conferiscono quel brio in più….XD. Se si volesse fare un gioco io sarei un tipo mediterraneo tipo spagnolo con provenienze tedesche ovvero molto confusionario, irrazionale e impulsivo da una parte; e preciso razionale e ragionatore dall\’altra…insomma un mix esplosivo…XD

  2. Inutile dirti che solo il tempo ti regalera\’ le risposte che cerchi nel labirinto in cui ti trovi rischi di perdere la ragione. Ma ho fiducia in te e credo che ritroverai come sempre la strada di casa…

  3. Grande il nostro amico "British". E non ti preoccupare per il viaggio verso "il bel posto", quando sara il momento ti accompagneremo senza risentimenti…… dai a parte le battute, grande seratone ieri sera!!! Per te ale il tempo e la ragione ti porteranno a districarti da questi pensieri e ti riporteranno sulla retta via no problem.P.S. Per il viaggio non possiamo farci nulla, Vince crede di essere un pilota di Nascar, sicche devi adattarti alla sua guida!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...