Probabilità e calcoli

 
Quando per motivi che vanno aldilà della tua comprensione (per malattia, specifico a chi credesse che sono diventato religioso XD) sei costretto a passare un certo periodo di tempo concentrato nelle tue quattro mura casalinghe ti ritrovi a spararti dei pipponi mentali che vanno dall’assurdo al totalmente impensabile solo per il gusto di farteli, proprio perchè non hai niente di meglio da fare. Sarò masochista. 
A volte mi fermo a riflettere persino sui trip mentali che mi sono fatto (aspetta ma non è una sorta di catena? O_o) e giungo a diverse conclusioni: che le cazzate che ho appena pensato sono talmente insensate che una persona normale rimarrebbe impallidita alla sola idea, ergo deduco che non sono una persona normale. Se invece continuo a trovarci un minimo fondo di verità tendo a sfondarmici il cranio fino a che non trovo qualche spiegazione, oppure raggiungo lo status di assurdità precedente. Ma a volte, per alcuni problemi, non ci sono solo soluzioni o spiegazioni razionali o irrazionali, per alcuni "tarli" c’è solo da aspettare, per quelli per cui non puoi fare a meno di stare un po’ con il magone. Quali sono? Nella vita bene o male tutti, prima o poi, ce li troviamo di fronte.
C’è anche chi se ne fotterebbe ed andarebbe avanti ma io non ci riesco.
Li invidio.
 
Servirebbero distrazioni, ma nelle "quattro mura" ne trovi poche, anche se ammetto di non essermi sbattutto più di tanto per cercarne (in parte non ho veramente potuto…). Ora che sto un po’ meglio il discorso cambia.
Comunque una settimana al chiuso ti fa percepire in maniera ancora più netta i cambiamenti. Tutto scorre più lento. Lorenzo al telefono mi raccontava una serie di fatti nuovi che facevo fatica a rimettere insieme. Sarà che siamo in periodo di stravolgimenti ma a tratti è stato spossante. Cose che magari avessi vissuto in prima persona sarebbero passate con più naturalezza.
 
Una parola che ho sentito spesso in questi giorni: libertà. Intesa nel senso di poter fare quello che vuoi, pensare quello che vuoi, essere quello che vuoi. Lo senti subito appena subisci qualche limitazione e comincia ad avere un peso. Come ho detto (un po’ scontatamente) a una persona: "penso veramente sia l’unica cosa per cui mi batterò fino in fondo" e la sua risposta, che sembrava in accordo, mi ha stupito in positivo. Mi ha colpito un po’ tutta la discussione che ho avuto perchè sì, abbiamo idee diverse, ma allo stesso tempo si è scoperto che sotto sotto, alla base, la pensiamo alla stessa maniera se non veniamo condizionati da nessuno. La felicità, presente e futura, è in cima alla scala di priorità.
 
Ho scoperto che mi piace parlare, ma proprio di gusto, non so però se alla gente piace tanto ascoltarmi. Tipo un vecchio XD
E ho capito perchè adoro così tanto la psiche umana, perchè aldilà del dolore fisico, è capace di autodistruggerti o autorianimarti. E tutto questo varia da momento a momento. Quindi se stai bene o se stai male nella maggior parte dei casi dipende dal tuo maledetto criceto girante.
Sto cercando anche di capire che alcune (mie) paranoie non modificano più di tanto i fatti. E’ più difficile di quanto pensassi.
 
Prima che qualcuno me lo chieda specifico che dovrebbe andar tutto bene e la guarigione fisica è vicina. Grazie XD
 
 
 
Annunci

2 thoughts on “Probabilità e calcoli

  1. chiaro e conciso… la liberta\’ e\’ il punto fondamentale…e poter essere te stesso sempre va posto davnti a tutto…Let it be giduzz…let it be…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...